photogallery
kfjangljghalrhjglfjhgbhjgblhjgfsbj
kfjangljghalrhjglfjhgbhjgblhjgfsbj
kfjangljghalrhjglfjhgbhjgblhjgfsbj

VAJONT una pedalata di impegno civile - 2009

sabato 3 ottobre 2009, ore 18,30: 40 biciclette si inerpicano nel buio da Longarone ad Erto, i fanalini mi sembrano tante luci che rischiarano la notte dei disastri ambientali. La meta è vicina e pedaliamo quasi in religioso silenzio, "fa più rumore un monte che frana che mille ciclisti che faticano", ma l'eco delle nostre pedalate è arrivato comunque lontano e si è diffuso dappertutto; la speranza di un'umanità meno rapace e più rispettosa dell'ambiente non muore e si rinsalda!
Emanuele S.

il 4 ottobre 2009 eravamo nel comune di Erto e Casso a celebrare la Memoria delle vittime del Vajont e Beslan coi Cittadini per la Memoria del Vajont. L'esercizio per la memoria non è un semplice gesto rituale ma affonda le sue radici nel ricupero dell'indignazione: i bimbi morti il 9 ottobre 1963 e i bimbi massacrati a Beslan tra l'1 e il 3 settembre 2004 appartengono anche a noi - indignarsi e portare solidarietà ai superstiti è stato il nostro progetto di compartecipazione.
Il testo iniziale interpretato da Laura Mantovi è di Alessandra Biemmi, entrambe cicliste della ciclomanifestazione

fotografie di Luca Bonometti
voce narrante di Laura Mantovi
riprese e regia di Massimo Braghini

per vedere la galleria fotografica cliccate qui

 
Design by Next Level Design Lizenztyp CC - pagine a cura di